BETA 80 SOFTWARE E SISTEMI - Progetto HEART – Lotta al Covid-19: tecnologie e persone per il bene comune.

Ambito: Innovazione

BETA 80 SOFTWARE E SISTEMI

Informazioni del progetto

Periodo di realizzazione: 2020-02-24 - 2020-05-29

Descrizione progettualità rivolta alla valorizzazione dell'innovazione.

Beta 80 Group è impegnata in attività di ricerca e sviluppo nell’emergency management da oltre 30 anni e ha acquisito una posizione di preminenza in Italia. In conseguenza della prima ondata del coronavirus, la piattaforma CAD - nata per l'automatizzare il lavoro delle Centrali di Emergenza 112 - ha subito sostanziali evoluzioni, per combattere la pandemia. Nasce così il progetto Hearth, che ha introdotto numerose innovazioni.

Sono stati creati nuovi modelli di intervista del chiamante. Lo schema è stato riscritto e diversificato, al fine di individuare i casi Covid nel minor tempo possibile e classificare con alta precisione il gruppo restante. Grazie al nuovo modello, le chiamate sono state suddivise e trasferite ad apposite centrali assegnatarie, costituite ad hoc.

Sono state allestite "ground up" centrali dedicate alle chiamate Covid. Sono state allestite nuove centrali di supporto per l'invio dei mezzi di soccorso. Per assorbire i picchi di chiamate, passate da 10.000 a 50.000 al giorno, le telefonate sono state trasferite in tempo reale a centrali specializzate. È stato definito un nuovo percorso di formazione degli operatori in modalità e-learning, mai sperimentato prima. Il CAD di Beta 80 Group è web-based e fa uso di tecnologie evolute. Ciò ha permesso di installare, configurare e parametrizzare la nuova piattaforma in tempi ridotti, minimizzando gli interventi in loco.

I risultati raggiunti

La Lombardia ha affrontato per prima un’emergenza mai accaduta altrove. Il progetto Hearth ha portato diversi risultati. Il nuovo modello di intervista telefonica ha radicalmente cambiato lo screening e il triage delle chiamate. Il tempo medio di risposta è tornato a 12 secondi, dopo essere salito fino a 10 minuti. Le nuove classificazioni hanno reso possibile una chiara identificazione del bisogno del chiamante e quindi una più efficiente assegnazione dei mezzi di soccorso. Il numero di ambulanze inviate si è ridotto del 15%. Il CAD della nuova centrale Covid è partito in meno di 24 ore, grazie a una tecnologia concepita 100% web-based, ad alta configurabilità. È stata introdotta per la prima volta in Italia la formazione e-learning degli operatori telefonici di emergenza. Il training seguito da remoto ha permesso, in un periodo di forte impegno, di bilanciare in modo ottimale vita professionale e vita privata.